Beccaccia di mare e Fratino: attività di monitoraggio lungo la costa

Stanno proseguendo le attività di monitoraggio dell’avifauna nella zona costiera, in particolare per la nidificazione delle specie Beccaccia di mare e Fratino, a tutela dell’avifauna nidificante in ambiente costiero a seguito dell’emergenza Covid-19 e in vista delle operazioni di preparazione delle spiagge per la stagione balneare 2020. Attività di monitoraggio che viene fatta in collaborazione tra il Parco del Delta del Po dell’Emilia-Romagna e ISPRA.

Tali operazioni sono state messe in campo dalla necessità ed urgenza determinata dai divieti di lockdown-COVID-19, che hanno portato ad una diversa distribuzione e frequentazione del territorio per molte specie ornitiche di particolare interesse conservazionistico come la Beccaccia di mare ed il Fratino. La possibile nidificazione in aree non soggette a forme di tutela dovuta alla chiusura delle spiagge ed il successivo momento della ripresa delle attività antropiche e di frequenza degli arenili, aumenta il rischio di disturbo e il conseguente rischio di riduzione del successo riproduttivo. Rischio a cui si va incontro qualora le attività umane riprendano in modo repentino e senza un attento programma di monitoraggio.

Per tale ragione continua l’azione di monitoraggio coordinata tra tutte le Istituzioni ed i diretti portatori d’interesse per la tutela dell’avifauna nidificante lungo le spiagge del Delta del Po.

Comunicazione di ISPRA.