Nasce la rete degli info-point della destinazione turistica Po e suo Delta

L’Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po, in qualità di responsabile e coordinatore dell’Organizzazione di Gestione della Destinazione turistica (OGD), si fa promotore di un’importate iniziativa che intende coinvolgere tutti gli attori del territorio: si tratta della costruzione di una rete di INFO-POINT che possano capillarmente diffondere la cultura dell’accoglienza e trasmettere i valori culturali e ambientali del territorio.
In questo modo il Parco, già impegnato nel valorizzare e promuovere il territorio attraverso diversi progetti come #MYDELTASLOW, intende rafforzare le relazioni con il tessuto economico del Delta, mettendo a disposizione degli operatori nuove competenze e offrendo ai turisti una rete di supporto efficace e capillare.

La rete locale di info-point turistici – così come prevede il progetto della Regione “Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto” (L.R. 11/2013) – potrà essere costituita da tutti quei soggetti che rientrano nei 24 comuni del territorio della O.G.D “Po e suo Delta”: i titolari di strutture recettive (hotel, B&B, campeggi, locazioni turistiche, ecc.), ma anche ristoranti, agriturismo, bar, cantine, aziende agricole e altri luoghi organizzati per la degustazione dei prodotti enogastronomici, attrazioni turistiche e punti di interesse, biblioteche, musei, altri punti informativi gestiti dalle Pro Loco ed Associazioni di volontariato. A questi potranno aggiungersi i fornitori di servizi turistici (auto noleggiatori, agenzie di viaggio, noleggiatori di biciclette, servizi barca e
natanti in genere, ecc.) e le attività commerciali in genere (negozi, edicole, distributori di carburante, ecc.).

L’adesione al progetto prevede la partecipazione a un corso di formazione di 16 ore che si svolgerà tra febbraio e marzo, articolato in una serie di incontri con esperti di gestione turistica, ambiente e comunicazione. I partecipanti potranno, inoltre, integrare con altre 16 ore di corso di approfondimento destinato alle guide del progetto ‘Goletta Verde: a scuola di Mare e Biodiversità’ per poter così arricchire il loro percorso formativo e avere un ruolo anche nelle attività di educazione ambientale promosse dal Parco insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.
La rete di info-point turistici sarà approvata dai Comuni dotati di IAT, dal Parco-OGD e dalla Regione Veneto. Gli operatori saranno convenzionati con i Comuni e l’OGD che fornirà materiale informativo, attività promozionali e tutto ciò che sarà necessario a realizzare un’immagine coordinata degli punti informativi, al fine di renderli riconoscibili. Queste strutture, inoltre, saranno inserite in percorsi e iniziative di promozione e inserite in un progetto di comunicazione integrata. Le attività svolte saranno periodicamente verificate al fine di apportare modifiche e migliorie in collaborazione con il Parco e l’OGD.

“L’Ente Parco Delta del Po, in qualità di gestore della O.G.D. “Po e suo Delta” si è dotato di tre Uffici IAT presso i Comuni di Porto Viro, Porto Tolle, Rosolina. Ha inoltre collaborato con i Consorzi Po e suo Delta e Deltapoolservice, la Provincia di Rovigo ed lo IAT di Lendinara nella diffusione di materiali. La necessità di creare una rete di info-point nasce dall’esigenza di offrire informazioni in modo più capillare, proprio nei luoghi in prossimità del flussi turistici, potenziando i soggetti direttamente interessati alla valorizzazione e alla promozione del territorio. Siamo sicuri che in questo modo potremo sviluppare la cultura dell’accoglienza, qualificare l’offerta, generare maggiore interesse e propensione di spesa verso i prodotti locali, incrementando l’indotto e l’attrattività per gli operatori turistici e i commercianti e non ultimo, allungare il tempo di permanenza del turista dando servizi certi, facilmente reperibili e qualificati. In sostanza, trasformare ogni momento di contatto dell’ospite in una occasione di autentico incontro con la realtà locale, di scoperta dei valori e delle risorse della destinazione turistica.” Moreno Gasparini, Presidente Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po.