#MYDELTASLOW: Primo Educational bike tour

Gli operatori del Delta del Po a Varese e nella Riserva di Biosfera Ticino Val Grande Verbano

Un gruppo di operatori selezionati dal Parco Regionale Veneto del Delta del Po, tra i tanti che hanno aderito al progetto #MYDELTASLOW, nei giorni scorsi hanno avuto l’opportunità di svolgere il primo viaggio studio previsto dal progetto che ha avuto come destinazione Varese e la Biosfera UNESCO del Ticino-Val Grande-Verbano. Il progetto, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, ha come obiettivo lo sviluppo del turismo sostenibile nella Biosfera del Delta del Po.

La scelta della provincia di Varese per questo educational bike tour nasce dal fatto che, in questo comprensorio, soggetti pubblici e privati hanno creato e rafforzato un Club di prodotto specializzato nel segmento turistico Bike. Questa aggregazione si pone tra gli obiettivi l’esigenza di rafforzare i servizi complementari al pernottamento (guide e accompagnatori, noleggio attrezzature e logistica) e i legami commerciali con i soggetti che a livello locale promuovono l’attività ciclistica (organizzatori di attività e manifestazioni, produttori di attrezzature, abbigliamento e accessori, squadre sportive e associazioni di cicloamatori, enti e associazioni che promuovono, amano e vivono il territorio). Si è costituita così una rete di rapporti, attività, iniziative per dar vita a un ecosistema, inteso come “ambiente favorevole al mondo bike”, consentendo di trasformare Varese e il Lago Maggiore da un ‘territorio a vocazione ciclistica’ a un ‘territorio destinazione ciclistica’.

Gli operatori della Biosfera del Delta del Po hanno incontrato i protagonisti di questo percorso, sia pubblici che privati. A riceverli, infatti, nella Sala della Musica del Comune di Varese il sindaco Davide Galimberti e, successivamente, il Segretario generale della Camera di Commercio, Mauro Temperelli, il presidente di Varese Sport Commission Fabio Lunghi e responsabile VSC Sabrina Guglielmetti. Varese Sport Commission è un’iniziativa della Camera di Commercio di Varese che ha come obiettivo quello di favorire l’attrazione di eventi sportivi con ricadute turistiche. Sport e turismo rappresentano, infatti, una combinazione vincente per un territorio come quello di Varese in grado di offrire una proposta varia e completa capace di attrarre il turismo attivo. Questo grazie a iniziative come la Tre Valli Varesine e Gran fondo, presentate ai nostri operatori dal suo ideatore Renzo Oldani, presidente della società Binda.

Grazie a queste tante iniziative, nella provincia di Varese e in particolare sul Lago Maggiore è nata una rete di Bike Hotels che rappresenta un punto di riferimento importante per chi ama la vacanza in bicicletta. Si tratta di un gruppo di strutture alberghiere che offrono servizi all’avanguardia per ciclisti, cicloturisti e mountain biker.

Per conoscere questa importante esperienza gli operatori Delta del Po si sono recati a Ronco dove presso il Bike Hotel Belvedere hanno incontrato Guido Bonseri, Bike Manager della struttura che è ciclista e che opera nel mondo del ciclismo di vertice da oltre 30 anni. Con lui gli operatori hanno incontrato Lorenzo Franzetti e Alessandra Doridoni de ‘La LibEreria nella Bottega del Romeo’ che hanno spiegato come è nata, come è cresciuta e come si svilupperà “Mangia, Bevi e Bici”. La pedalata enogastronomica non competitiva, con partenza e arrivo a Ispra (VA), che attraverso località suggestive, tra le rive del Lago Maggiore e la terra dei laghi varesini, è un progetto concreto di valorizzazione del territorio, che intende essere stimolo per l’economia locale e che coinvolge centinaia di cicloturisti, famiglie e pedalatori “slow”, amanti della buona tavola e della cultura.

L’obiettivo dell’educational bike tour, infatti, è quello di conoscere esperienze positive, buone pratiche, ma anche capire come realizzare eventi per cicloturisti che si rivelino vere occasione per promuovere il Delta del Po.

L’ultimo giorno di visita è stato dedicato all’incontro con la Riserva di Biosfera Ticino – Val Grande – Verbano, presso la sede del Parco Lombardo della Valle del Ticino a Tornavento, dove la delegazione è stata accolta da Gabriella Pedranti del centro accoglienza Parco, Monica Perroni, del Parco Ticino Piemontese e Francesco Magna, settore turismo ed educazione ambientale della MaB Unesco.

Ha chiuso il viaggio studio un confronto con gli esperti della comunicazione di Varesenews, il direttore Marco Giovannelli e il giornalista Roberto Morandi, che hanno sottolineato come un elemento essenziale di questo comparto sia proprio la capacità di raccontare e coinvolgere i destinatari finali, rendendoli protagonisti di una vera esperienza.

Per i partecipanti e per gli operatori che hanno aderito e che aderiranno al progetto #MYDELTASLOW, a gennaio il Parco organizzerà un’iniziativa di restituzione e confronto.