27 ottobre, Giornata Mondiale UNESCO del Patrimonio Audiovisivo

Gli archivi audiovisivi ci raccontano storie della vita di persone e culture di tutto il mondo. essi rappresentano un patrimonio senza prezzo che è un’affermazione delle nostra memoria collettiva e una notevole fonte di conoscenza poichè riflettono le differenze culturali, sociali e linguistiche delle nostre comunità.  Ci aiutano a migliorare e comprendere il mondo che noi tutti condividiamo.

Conservare questo patrimonio e assicurare che rimanga accessibile al pubblico e alle generazioni future è un obiettivo vitale per le istituzioni e anche per il pubblico in generale. Gli Archivi UNESCO hanno lanciato il progetto ‘Digitizing our shared UNESCO history’ con questo obiettivo in mente. La Giornata Mondiale del patrimonio Audiovisivo è la commemorazione dell’adozione, nel 1980 dalla 21ma Conferenza Generale, della raccomandazione di salvaguardare e preservare le immagini in movimento. La Giornata offre l’occasione di aumentare la consapevolezza di tutti della necessità di intraprendere misure urgenti per consolidare l’importanza dei documenti audiovisivi.

Il tema di quest’anno è: Conoscere il passato attraverso suoni e immagini.

La Giornata Mondiale Audiovisivo nella Biosfera Delta Po

Anche la Biosfera Delta Po festeggia questa importante ricorrenza, essendo un territorio molto rilevante per le testimonianze audiovisive, prescelto sovente da grandi registi per girare alcuni dei più famosi film d’autore.

Di recente Pupi Avati, regista appassionato della provincia di Ferrara, ha scelto Comacchio per il set del suo ultimo film horror  “Il Signor Diavolo”. Avati, che in 50 anni di carriera ha impresso su pellicola la storia e il carattere degli italiani, è legato a Ferrara poiché, come lui stesso ha raccontato, “E’ qua che ho avuto il mio colpo di fulmine per il cinema.”. Il regista bolognese, infatti, all’epoca poco più che ventenne, giunse in città mentre Florestano Vancini (regista ferrarese, n.d.r) girava “La lunga notte del ’43” e rimase rapito dal lavorio di mani e intelligenze che sta dietro e dentro la narrazione filmica.

Visita guidata e proiezione di filmati e foto inedite al Museo del Delta Antico

Presso il Museo Delta Antico, una visita guidata al museo intervallata dalla proiezione, lungo il percorso, di filmati e fotografie inedite provenienti da archivi storici e contemporanei.
Per l’occasione il museo si vestirà di una suggestiva atmosfera a luci soffuse. Si richiede la prenotazione ai seguenti contatti: +39 0533/311316  info@museodeltaantico.com