Il Delta del Po insignito del Premio nazionale del Paesaggio

Roma, 14 marzo 2019.  Il progetto vincitore della edizione 2018-19 del Premio nazionale del Paesaggio del Consiglio d’Europa è stato presentato dal Consorzio Uomini di Massenzatica “Tra terra e acqua, “un altro modo di possedere”. Agricoltura, impresa sociale, paesaggio e sostenibilità per uno spazio identitario in continuo divenire: l’esperienza del Consorzio Uomini di Massenzatica”.  Ora il progetto è candidato ufficiale dell’Italia al VI Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.

La Motivazione del Premio

Per la riaffermazione dei valori delle proprietà collettive e della “cura della terra” fortemente perseguita dal consorzio nella gestione di un territorio difficile nel delta del Po, con i suoi confini mutevoli tra terre ciclicamente emerse e sommerse, dimostrazione esemplare di come i valori sociali e culturali espressi dal e nel paesaggio siano presupposto per l’attuazione di programmi di sviluppo sostenibile a beneficio della comunità locale, in grado di contrastare i fenomeni di abbandono e degrado, salvaguardare l’identità dei luoghi tramandata dalla storia e promuovere modelli operativi fondati su principi etici di solidarietà.

Il premio, consegnato dal Ministro Alberto Bonisoli, è stato ritirato da Carlo Ragazzi, Presidente del Consorzio Uomini di Massenzatica.

Gli altri progetti menzionati dal Premio nazionale del Paesaggio

“Ecoturismo, una strategia di rigenerazione sostenibile del paesaggio: il Piano di Azioni della Carta europea del turismo sostenibile” progetto presentato dal PARCO NATURALE REGIONALE “DUNE COSTIERE DA TORRE CANNE A TORRE S.
LEONARDO” (BR)
Menzione speciale per le strategie di tutela e riqualificazione ambientale e del paesaggio attuate da numerosi soggetti impegnati nel territorio, le originali forme di educazione ai valori paesaggistici, archeologici, architettonici e storico artistici e la promozione di forme di turismo sostenibile.

“La fascia costiera di Chia: realizzazione di un bene identitario complesso, progetto presentato dal COMUNE DI DOMUS DE MARIA (CA)
Menzione speciale per le strategie di tutela, riqualificazione e valorizzazione ambientale e del paesaggio naturale dei vasti sistemi dunali di Chia, attuate con tecniche innovative di ingegneria naturalistica per il ripristino degli habitat favorendone una migliore fruizione.

“Paesaggio protetto e di qualità della Costa Viola” Progetto presentato da ITALIA NOSTRA ONLUS – SEZIONE DI REGGIO CALABRIA
Menzione speciale per le strategie attuate al fine di superare le fragilità tipiche dei paesaggi terrazzati, sensibilizzando le comunità locali a una progettualità condivisa volta a contrastare i rischi idrogeologici e promuovere la cultura tradizionale nonché nuove forme di turismo.

“Terra Vi.V.A.” Progetto presentato dall’ ENTE DI GESTIONE DELLE AREE PROTETTE DELL’OSSOLA (VB)
Menzione speciale per le strategie attuate al fine di rafforzare i valori del paesaggio rurale soggetto a forti criticità ambientali, anche attraverso la riscoperta e la riappropriazione delle antiche tecniche tradizionali da parte delle nuove generazioni.

“Ecomuseo Casilino: partecipazione, cultura e integrazione” Progetto presentato dall’ ASSOCIAZIONE PER L’ECOMUSEO CASILINO AD DUAS LAUROS (ROMA)
Menzione speciale per le strategie volte alla tutela dei valori del paesaggio in particolare mediante il coinvolgimento e la sensibilizzazione dei residenti nella realizzazione del primo ecomuseo urbano di Roma.

“A ciascuno il suo passo. Verso un territorio inclusivo: Valle Camonica per tutti” Progetto presentato dalla COMUNITA’ MONTANA DI VALLE CAMONICA (BS)
Menzione speciale per l’attuazione di strategie di inclusione sociale volte al miglioramento dell’accessibilità attuando forme di fruizione aperte a tutti, in un sito il cui valore, anche paesaggistico, è stato già riconosciuto dall’Unesco nel
1979.

“Musaba – Arte Architettura Paesaggio” Progetto presentato dalla Musaba Fondazione Spatari/Maas (RC)
Per l’innovativa strategia di tutela e valorizzazione del paesaggio attuata, per quasi mezzo secolo, attraverso l’espressione artistica contemporanea, coinvolgendo e sensibilizzando le popolazioni locali e divenendo riferimento culturale a livello internazionale.

“Il teatro della natura: l’Amphisculpture di Beverly Pepper” progetto presentato dal COMUNE DI L’AQUILA
Menzione speciale per l’azione di valorizzazione del paesaggio di margine del centro storico, all’interno delle strategie di ricostruzione post sisma, in cui l’arte contemporanea reinterpreta il significato simbolico e sociale dei luoghi colpiti dal moto del 2009 favorendo il processo di riappropriazione della città da parte dei suoi abitanti.

“Paesaggi di marcita” progetto presentato dal PARCO LOMBARDO DELLA VALLE DEL TICINO
Menzione speciale per le strategie di sensibilizzazione ai valori del paesaggio agrario storico dei prati della valle milanese e la promozione di azioni di sviluppo sostenibile capaci di garantire l’equilibrio tra attività umane, ambiente e paesaggio.

“La memoria che produce paesaggio” Progetto presentato dall’ ASSOCIAZIONE CRESPI D’ADDA (BG) Menzione speciale per la Valorizzazione del paesaggio e la riaffermazione dell’identità locale mediante il recupero della memoria e dei valori socio-culturali di un insediamento industriale storico, già ‘Patrimonio dell’Umanità’ dal 1995, riconsegnato alle generazioni future.

Visita la Riserva Naturale Orientata delle Dune di Massenzatica