#13 Alla scoperta della Riserva di Biosfera Collina Po

La Riserva di Biosfera Collina Po interessa il territorio di ben 86 comuni dell’area metropolitana di Torino e si colloca lungo l’asse fluviale del Po tra il tratto pedemontano torinese, dove il fiume si dirige verso nord sino a Chivasso, e quello dell’alta pianura dove piega verso est. Tale territorio, diventato Riserva di Biosfera nel marzo 2016, presenta due elementi di estremo interesse da un punto di vista naturalistico: il fiume Po e la Collina Torinese. Si tratta della prima “Urban MaB” in Italia.  Il riconoscimento, infatti, non è solo merito di un paesaggio particolare, dove la collina si unisce all’arco alpino e a zone fluviali, grandi corridoi ecologici. E non deriva solamente dall’importante presenza faunistica, garantita dalla tante aree di cava non distanti da Torino, che sono diventate laghi coinvolti in un processo di rinaturalizzazione, e che ospitano oggi molte specie di avifauna e non solo. A dare carattere al progetto è l’unione – pressoché unica – tra patrimonio naturalistico, biodiversità e un milione e mezzo di abitanti, una comunità che, pur abitando la città, si è dimostrata sensibilizzata, forte di un sostrato culturale che ha dato i suoi frutti sulle tematiche legate alla natura e all’ambiente. Sulle colline, per esempio, si è sviluppata un’agricoltura che sempre più guarda con favore alle produzioni Dop, Doc, Dogc, e che lavora sul biologico e sul chilometro zero, sancendo un rapporto particolare tra essere umano e ambiente, che sempre più vira verso una dimensione qualitativa e sostenibile.