#9 Alla scoperta della Riserva di Biosfera del Monviso

La Riserva della Biosfera del Monviso è una riserva transfrontaliera tra la Francia e l’Italia, che include una parte nazionale in Italia e la “Riserva della Biosfera del Mont-Viso” per la parte nazionale francese. La parte italiana della Riserva della Biosfera si trova nella regione settentrionale delle Alpi italiane, al confine con la Francia. Ha una grande varietà di ecosistemi in diverse condizioni climatiche: il territorio va infatti dai 450 ai 3.841 metri sul livello del mare.  La Riserva di Biosfera si estende su una superficie totale di 293.000 ettari e comprende le aree che fanno già parte della rete Natura 2000, così come in zone importanti per la conservazione degli uccelli (IBA). Vivono all’interno della Riserva della Biosfera 266.474 abitanti, concentrati prevalentemente nelle zone basse, anche se la popolazione delle zone montane stanno diminuendo rapidamente. La zona è già sede di attività secolari quali l’agricoltura e la produzione di oggetti artigianali tradizionali come il legno e l’intaglio, ad esempio nella produzione di giochi, arredi e arpe. Le attività umane specialmente come lo sfalcio di alta quota, sono considerate un importante elemento culturale che deve essere protetta in quanto contribuisce alla diversità delle specie vegetali nelle valli delle Alpi.

Di particolare interesse all’interno della Riserva di Biosfera la Valle Varaita, scavata dal torrente omonimo e situata tra i contrafforti alpini che salgono al Monviso a nord e dal Pelvo d’Elva a sud: la parte inferiore, ampia e pianeggiante, è ricca di frutteti mentre la parte superiore presenta un paesaggio tipicamente montano. La Valle Po è la più settentrionale delle valli saluzzesi e può essere considerata la “via naturale” che conduce al Monviso soprattutto grazie al fiume Po che la modella ampiamente.