Italia – Croazia, 6 progetti europei presentati dall’Ente Parco

L’ente Parco del Delta del Po è in costante lavoro per presentare progetti europei e attirare in questo modo
finanziamenti per la salvaguardia e lo sviluppo del Delta del Po. Presentati sei progetti sui temi: Sicurezza e
resilienza, ambiente e patrimonio culturale e innovazione blu.

Il nostro Delta del Po e il suo territorio unico tra terra, fiumi e mare, è inserito in un programma
internazionale chiamato Italia – Croazia, su cui l’Unione Europea pone grande attenzione. Per questo l’ente
Parco Delta del Po ha sviluppato e proposto almeno sei progetti sui programmi europei, solo nel mese di
giugno.

Ecco i temi: nell’asse Ambiente e Patrimonio culturale è stato proposto il progetto “Stars” per 450mila
euro, azioni per contribuire a proteggere e ripristinare le biodiverità locali. L’ente è lead partner di questo
progetto internazionale. Ci sono anche i progetti “Value”, per valorizzare lo sviluppo ambientale e culturale
del territorio (563.325 euro) , “Ecoss”, sull’osservazione ecologica del mare Adriatico (117.445 euro),
Adriapah”, strategie per controllare gli idrocarburi policiclici aromatici (Ipa o Pah), inquinanti del mare e
dell’atmosfera (139.250 euro) e “Hds”, ovvero un progetto di protezione della biodiversità marina e
promozione del turismo “blu” (155.150 euro). Infine nell’asse Sicurezza e resilienza, è stato presentato il
progetto “Pepsea”, che ha lo scopo di proteggere il mare Adriatico e i suoi territori dall’inquinamento
(539.171,8 euro).

L’ammontare complessivo dei progetti, ora al vaglio della commissione europea, è di circa 10 milioni di
euro. L’ente Parco ha competenza per circa 2 milioni di euro.

“Le ricadute sul territorio saranno sicuramente importanti – spiega Marco Gottardi, direttore dell’ente
Parco Delta del Po – avendo i progetti obiettivi di sviluppo nel settore turistico, culturale, di monitoraggio e
salvaguardia della biodiversità”.
Si tratta solo di una parte del lavoro internazionale svolto dall’ente, che sfrutta la rete europea consolidata
in questi anni. Sono già in fase di presentazione altri progetti relativi al programma Italia – Slovenia, Life e
Med.