Il valore del brand UNESCO per lo sviluppo del Delta del Po

Secondo una recente indagine promossa dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, in Italia il 98% degli intervistati conosce il brand UNESCO, mentre il 76% attribuisce ad UNESCO una reputazione eccellente. Tra i suoi connotati salienti, riconosciuti da gran parte dell’opinione pubblica, spiccano l’internazionalità, l’istituzionalità, il prestigio e l’autorevolezza. Secondo l’indagine emergono tre aspetti associati al brand UNESCO: il 52% degli intervistati ritiene che il brand UNESCO sia «garanzia di qualità»;  il 40% lo considera sinonimo di «elemento di eccellenza»; il 75% ritiene che UNESCO sia importante per la promozione di attività economiche e turistiche.

I riconoscimenti UNESCO, laddove affiancati da un’adeguata strategia di brand e comunicazione, possono generare ricadute economiche positive in un territorio. Un esempio virtuoso è costituito dalla Riserva di Biosfera “Entlebuch” (Svizzera) il cui indotto, calcolato da uno studio condotto dall’Università Tecnica Federale di Zurigo, è stato stimato in circa 2,7 milioni di euro l’anno grazie all’aumento dei visitatori ed alla vendita dei prodotti locali associati al brand commerciale della Biosfera UNESCO. Per tale ragione anche la Biosfera Delta Po ha recentemente pubblicato le linee guida per l’utilizzazione del brand ed ha ufficialmente approvato il Piano di Comunicazione triennale.

Il Delta del Po, inoltre, può fregiarsi anche del riconoscimento UNESCO a Patrimonio dell’Umanità denominato “Ferrara, Città del Rinascimento e il suo Delta del Po” che interessa la parte emiliano – romagnola del Delta, sovrapponendosi in parte al territorio della Riserva di Biosfera. Una sovrapposizione che non va letta in modo negativo, bensì come opportunità per proporsi come eccellenza turistica di prestigio internazionale: si tratta di sviluppare il concetto di “destinazione UNESCO”, un nuovo modo di proporsi che offre all’ospite un’aspettativa di autenticità e qualità, ma che necessita di un costante e strutturale coinvolgimento delle imprese locali per lo sviluppo e la crescita di un turismo sostenibile in linea con i valori promossi da UNESCO.